martedì 25 maggio 2010

Il gusto di sbagliare

10 grammi - 10 grammi di farina gialla. Un cucchiaio, o poco più. Giusto quel che serve, al celestiale ripieno della frangipane di Elena, per restare sulla terra insieme a noi. Perché poi, oggi, io ne abbia messi 70, di grammi, è un mistero. E poi mi chiedevo pure come mai l'impasto fosse più difficile da lavorare di come lo ricordassi. Comunque, il forno era caldo, gli albumi in un modo o nell'altro incorporati al mappazzone, cosa ne potevo fare? Ho versato tutto in uno stampo a cerniera da 15 cm, uno dei miei preferiti, e messo in forno.



 

Da una ricetta di Elena non può mai venir fuori qualcosa di poco meno che buono. Neanche sbagliando.

(dispettosa sotto i denti per via di tutta quella farina gialla e delle mandorle non proprio polverizzate, ma bella alta e soffice grazie ai 4 albumi montati a neve, questa torta che non avrebbe dovuto esistere è un piccolo sole nel piatto. Domani compro le fragole e faccio un coulis da versarci accanto)

2 commenti:

  1. Ho davanti a me un frangipane, fatto ieri per una cena. ci provo anche io a fare come hai fatto tu. Grazie per le bellissime parole!)

    RispondiElimina